pistoia-675x385Pistoia può essere una vera scoperta. Una città orgogliosa della sua storia e delle sue vestigia, che quasi si nasconde ad un osservatore frettoloso, per rivelarsi pienamente a chi vuole dedicarle tempo. Il suo passato si riflette nelle pietre antiche delle strade e delle piazze del centro, nel colore delle sue architetture, nelle sagaci parole della sua gente e nel sapore forte dei suoi cibi. Qui il visitatore può immergersi in una città che, lontana dagli itinerari più affollati, rivela il suo aspetto più autentico. Intorno a piazza del Duomo, considerata a ragione una delle più belle piazze d’Italia, si sviluppa una città piena di tesori da scoprire senza fretta. Qui si trovano la Cattedrale di S. Zeno, chiesa romanica  che custodisce al suo interno il prezioso altare d’argento, dedicato al culto del patrono, San Iacopo; il Battistero, di fronte alla cattedrale, caratterizzato dal tipico rivestimento di marmo a bande orizzontali bianche e verdi; il Palazzo del Comune; il Palazzo dei Vescovi e la Torre di Catilina, a fianco del palazzo comunale, testimonianza delle medievali case-torri. Ed ancora, la chiesa di San Giovanni, detta Fuorcivitas perché posta fuori dal primo cerchio di mura,  con la sua splendida facciata a strisce bianche e verdi,  che ospita la bellissima Visitazione in terracotta maiolicata di bianco realizzata da Luca della Robbia. Lo stesso della Robbia che ha ornato l’elegante portico rinascimentale della Loggia dell’Ospedale del Ceppo di fregi in ceramica invetriata raffiguranti le sette opere di misericordia. Pistoia, quindi, è città d’arte e di cultura ma non solo, è anche una città polivalente che ospita diversi tipi di turismo: quello culturale e d’arte, quello montano, quello termale, quello congressuale fino al turismo verde (è chiamata la città dei vivai) e al turismo enogastronomico. Tra le antiche chiese, ai nobili palazzi e ai numerosi musei, si possono ancora trovare le botteghe di artigianato e dei mestieri pistoiesi, oppure assaggiare in accoglienti e caratteristici locali i prodotti della gastronomia tradizionale.

Quello pistoiese è un territorio ricco di tradizioni che il vero pistoiese vive con orgoglio e partecipazione. Prima tra tutte La Giostra dell’Orso, il torneo equestre in cui quattro rioni cittadini si danno battaglia in una gara di abilità nella suggestiva Piazza del Duomo. In occasione della giostra, il 25 Luglio di ogni anno (Festa Patronale di San Jacopo), Pistoia si trasforma in una città medievale. La mattina, sfila lungo le vie del centro il corteo storico al quale partecipano cittadini vestiti con bellissimi costumi storici. Segue la suggestiva benedizione dei Rioni da parte del Vescovo nella Cattedrale di San Zeno mentre la sera si svolge la gara.

Pistoia è sinonimo di Blues Festival che si svolge nel secondo fine settimana di luglio nello scenario della bellissima piazza del Duomo. La manifestazione nella sua trentennale storia ha visto esibirsi sul palco grandi artisti del calibro di, BB King, Frank Zappa, David Bowie, Bob Dylan, John Lee Hooker, Lou Reed, Carlos Santana, Ray Charles, Patti Smith, Miriam Makeba, Van Morrison, Jackson Browne, Deep Purple, Lanny Kravitz e tanti altri. Il festival attira ogni anno migliaia di appassionati. Per tre giorni Pistoia cambia volto diventando crocevia di culture internazionali: bancarelle variopinte e artisti di strada animano le sue vie.

Pistoia è inoltre famosa per il suo Zoo. Il Giardino Zoologico di Pistoia è un parco con oltre 400 animali e 7 ettari di estensione; in continua espansione.In una avvolgente dimensione naturalistica le emozioni che vivrai ti avvicineranno alla conoscenza degli animali e ai diversi modi per poterli proteggere e per vivere rispettando il Pianeta.Per dimensione e importanza dell’attività didattica e di conservazione delle specie animali, il parco costituisce una delle principali strutture del genere in Italia. Per i più piccoli da non perdere in zona anche il Parco di Pinocchio a Collodi .Il Parco di Pinocchio è un parco nato da un libro e per un libro: Le avventure di Pinocchio.Camminando, giocando, rilassandosi circondati dall’arte, dall’architettura, dal verde si possono rivivere le emozioni e le vicende del libro italiano più amato e conosciuto nel mondo, scoprire la curiosità di leggerlo o rileggerlo e, perché no, il piacere della buona letteratura per i bambini e per i grandi

Infine non tutti sanno che Pistoia vanta numerosi Maestri Cioccolatieri famosi in tutto il mondo e che insieme a Pisa e Firenze si inserisce nella cosiddetta Chocolate Valley: il “triangolo d’eccellenza” del cioccolato, qui attualmente risiedono grandi mastri cioccolatai e produttori di premium chocolate di livello internazionale. Le tappe golose:
a Monsummano: Andrea Slitti
a Pistoia, nel cuore della città: la ditta Corsini
a Quarrata: La Molina (si organizzano degustazioni di cioccolato a pagamento)
ad Agliana: Roberto Catinari
a Prato: Luca Mannori
a Firenze e Pisa: De Bondt
a Firenze: 3c di Pistocchi
a Pontedera: Amadei

Scarica il PDF del Consorzio Turistico Città di Pistoia