Villa Giorgia incontra l’Arte del Maestro… Remo Gordigiani

XIV° appuntamento

Continua il percorso che lega Villa Giorgia all’amore per l’arte con un nuovo appuntamento, il numero 14, nel quale abbiamo l’onore di ospitare la Mostra di uno dei più accreditati Artisti del nostro territorio: Remo Gordigiani.

Il percorso nella pittura di Remo Gordigiani ha inizio nei primi anni quaranta con esperienze legate alla tradizione figurativa toscana. Con la Biennale di Venezia del 1948 l’artista si avvicina ai linguaggi internazionali dai Fauve, all’Impressionismo al Cubismo. Dopo una prima fase prettamente figurativa di cui sono testimonianza splendidi ritratti conservati agli Uffizi e alla Galleria d’Arte Moderna di Firenze si avvicina al linguaggio informale dando vita ad opere di un ‘magico’ naturalismo nella serie di dipinti dei ‘Sottoboschi’ e dei ‘Battelli’.

Con la serie dei ‘Romanici’ eseguiti tra il 1962 e il 1964, Gordigiani abbandona l’informale e si rivolge a una sorta di Neoconcretismo. Nel 1964 una malattia da contatto alle mani lo allontana dalla pittura a olio e lo induce a cercare un nuovo linguaggio espressivo, dedicandosi con successo all’acquarello e al collage. 

La Mostra presentata nei locali di Villa Giorgia e del Ristorante La Locanda di Villa Giorgia il prossimo 22 Settembre 2018 si concentra proprio sulle opere ad acquarello ed in particolare sulla serie dedicata al tema IL MARE. La selezione delle Opere curata dalla moglie Milvia ha l’obiettivo di mostrare agli osservatori come il Maestro Gordigiani interpretasse il mare in differenti momenti della giornata. Si nota come la tecnica ad acquarello abbia permesso al Maestro di elaborare zone cromatiche intense abbinate a velature e sfumature delicate con il risultato di pitture estremamente suggestive, quasi magiche.

La Critica d’Arte Giovanna M. Carli definisce Remo Gordigiani “vero e proprio maestro insuperabile dell’acquarello, l’autore procede per giustapposizione di velature cromatiche. I vari strati sono così sapientemente stesi sulla carta che non è possibile formularne una quantificazione benché per via di approssimazione. La risposta poetica e dotta dell’artista sta racchiusa nel replicare il codice mare. Moltissimi sono gli acquarelli di medesimo soggetto eseguiti negli anni settanta. Sono linee, superfici, colori, chiaroscuri. Un acquarello poetico, dunque, un grande omaggio al tema dell’acqua, così sondato e così amato dal pittore, insieme con un altro ‘topos’ della sua produzione: il nudo femminile. E le onde in arrivo suscitano, nella memoria, l’immagine familiare della calda accoglienza: è casa”.

Vernissage sabato 22 Settembre 2018 ore 18:00

presso Villa Giorgia e La Locanda di Villa Giorgia

In Via Bolognese 164 – Loc. Burchietti a Pistoia

Aperitivo & Ingresso gratuiti

 

Si rinnova l’appuntamento con l’arte a Villa Giorgia. Domenica 21 Maggio alle ore 18.30 i locali di Villa Giorgia saranno infatti la location della prestazione della nuova mostra di Paolo di Piazza . In occasione dell’inaugurazione della mostra aperitivo offerto per tutti i partecipanti.

La mostra si sviluppa principalmente nel parco della Villa dove sono presenti tra le sculture due installazioni create appositamente per l’occasione.La mostra è realizzata in collaborazione con  l’associazione Arte in San Biagino.

Ingresso gratuito, visibile fino al 30 settembre

Paolo di Piazza

Artista di origine siciliana vive a Pistoia con la famiglia da molti anni. Frequentando artisti pistoiesi trova nella scultura la sua vera e autentica essenza spirituale. Imprimendo nelle pietre la sua creatività da vita a sculture, riproduzione di capitelli, stemmi e bassorilievi. Nel corso degli anni conosce e frequenta l’associazione culturale “Della Robbia”, coordinata da Nevo Di Marco (scultore). Viene invitato a partecipare alla rassegna di scultura con tema “La Maternità” in occasione della festa della donna. L’ispirazione a realizzare l’opera affiora dalla grande pietra, tra i molti detriti visti durante un restauro dell’amico Oreste Riparbelli, che sprigiona la sua idea del mondo della vita e dell’emozione più profonda dell’animo umano. Nello stesso periodo scolpì una seconda maternità, che fu esposta insieme alla prima alla rassegna di scultura e che suscitarono esito molto positivo. Da quel momento iniziò un percorso di studi che lo portarono ad approfondire la sua arte e a conoscere molti artisti tra cui Slao, che riesce a spronarlo alla realizzazione di altre opere.

Nel 2004 ha organizzato una mostra collettiva con artisti pistoiesi e con la partecipazione dell’artista scultore della città di Praha “Josef Nalepa” nell’oratorio di San Gaetano piazza Garibaldi (PT) insieme al figlio.

Nel 2005 ha fatto una mostra personale a Montecatini Terme, alla Galleria d’Arte “La casa del pittore e dello scultore”. Ha partecipato alla rassegna artistica a “Vellano Arte” (PT). Ha partecipato ad una mostra collettiva a Firenze all’hotel Mediterraneo “Artisti Mediterranei”. Nello stesso anno il 3 dicembre partecipa al “XXIII Premio Firenze di Arti Visive” al Palazzo Vecchio nel salone dei Cinquecento.

Nel 2006 ha realizzato un bassorilievo in pietra serena 80x90x15 kg 220 rappresentando lo stemma del comune di Cammarata (AG) e donato allo stesso comune. Ha realizzato lo stemma della comunità vellavese e donato allo stesso paese di Vellano comune di Pescia (PT).

Nel 2007 ha partecipato ad una collettiva alla Fortezza da Basso a Firenze. Collettiva al comune di Ponte Buggianese (PT).

Nel 2009 partecipa a Simposio internazionale di scultura a Castelvecchio Pescia, Pistoia, organizzata dalla Proloco e coordinata da Silvio Viola insegnante dell’istituto di Pistoia.

Nel 2010 partecipa a Simposio internazionale di scultura “scolpire la pietra” a Colle dei Venti a Cammarata (AG) da lui organizzata.

Nel 2010 partecipa ad una mostra collettiva al Palazzo del Comune a Pistoia.

Partecipa ad una mostra collettiva nel palazzo comunale storico del tribunale di Pistoia.

Nel 2012 partecipa a Simposio internazionale di scultura a Montagnarte a Cutigliano Pistoia e vince il primo premio con l’installazione “la molecola” segnalato speciale per la scultura insieme a Luciano Campitelli artista napoletano di fama internazionale.

Il 10 agosto 2014 partecipa ad una rassegna di arte organizzata dal Museo cultura contadina di Casore del Monte, comune di Marliana Pistoia e vince il primo premio. 

 

 

L’appuntamento è per il 19 Novembre 2016 alle ore 11:30 nelle sale di Villa Giorgia
L’evento inizierà con la messa a confronto del graficismo di Massimo Biagi (Miradario) e i lavori fotografici di Luigi Marchioni.

Luigi Marchioni attualmente impegnato in progetti di ricerca artistica sulla fotografia sperimentale e sulla parola poetica. Collabora con le pagine fiorentine del Corriere della Sera. Nel 2012 ha assunto la qualifica di Direttore Responsabile per il periodico di cultura Civico. Vincitore nel 2001 del Premio Selezione Giovani Poeti Contemporanei e pubblicazione della silloge Con ali di Icaro. Nel 2007 allestimento della mostra fotografica personale Settignano, un luogo fuori dal tempo.
Una delle sue frasi ispiratrici:
“Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.
Bisogna capire cosa c’è dietro i fatti per poterli rappresentare. La fotografia – clic! – quella la sanno fare tutti.”
Tiziano Terzani

Subito dopo il pubblico sarà invitato a seguire il percorso della mostra fino alla sala del Ristorante La Veranda dove si concentreranno la maggior parte delle fotografie e dove il duo NOW! si esibirà in un pezzo di musica sperimentale ispirata proprio alle opere esposte.
Seguirà un aperitivo offerto da Villa Giorgia a tutti i partecipanti.

Sabato 15 ottobre prossimo alle ore 11:00 in occasione della giornata del contemporaneo istituita da AMACI, l’artista Massimo di Biagi presenterà in anteprima la sua opera “La Fine di Tutti” (uno stendardo di ben 20 metri di altezza) che verrà svelata davanti al pubblico negli ambienti esterni della Villa.Al termine della pièce dal titolo “Figure” di Massimo Biagi e Debora della Bella, la stessa opera verrà tagliata in porzioni e donata ai presenti.

Villa Giorgia Albergo in collina sarà lieta di offrire un aperitivo a tutti i partecipanti. L’evento è creato in collaborazione di Furio Morucci per Valdinievole News e Giacomo Dolfi per lo studio Ark.light

massimo-biagi-15-ottobreLa Giornata del Contemporaneo è il grande evento che, dal 2005, AMACI dedica all’arte contemporanea e al suo pubblico. Il primo o il secondo sabato di ottobre i musei associati ad AMACI, accanto a tutte le istituzioni del nostro Paese che liberamente decidono di aderire all’iniziativa, aprono gratuitamente le loro porte per un’iniziativa ricca di eventi, mostre, conferenze e laboratori. Un programma multiforme che regala l’imperdibile occasione di vivere da vicino la vivacità e la ricchezza dell’arte di oggi.

L’evento merita un’attenzione particolare per l’importante ruolo che negli anni ha dimostrato di svolgere per la promozione della cultura contemporanea.

L’incremento in termini di partecipazione e di presenze della Giornata del Contemporaneo ha infatti evidenziato con chiarezza la sempre maggiore attenzione che il mondo dell’arte contemporanea presta ad AMACI e a un’iniziativa che si è ormai consolidata come un importante appuntamento annuale nel panorama italiano. In questi anni, l’evento ha permesso di disegnare una mappa dell’arte di oggi che ha coinvolto non soltanto le grandi città, ma anche i centri più piccoli, da sempre molto attivi. In questa mappa, i musei, poli culturali per definizione, hanno assunto il ruolo di veri e propri catalizzatori, con la capacità di presentare e valorizzare l’attività degli artisti contemporanei.

La sempre crescente partecipazione di istituzioni museali italiane impegnate nel campo dell’arte contemporanea dimostra, ancora una volta, il valore dell’evento quale grande occasione di scambio, vivace e dinamico, tra l’arte del nostro tempo e il suo pubblico, sempre più numeroso, diversificato e interessato.

Nuovo appuntamento con Villa Giorgia incontra l’Arte . Domenica 11 Settembre alle ore 19.00 i locali di Villa Giorgia saranno infatti la location della prestazione della nuova mostra di Debora di Bella . La visone delle opere sarà accompagnata dalla lettura delle poesie di Fabrizio de Paoli a cura di Massimo Bartolesi.

fabio-de-poli-1Nuovo appuntamento con Villa Giorgia incontra l’Arte . Sabato 16 Aprile alle ore 19.00 i locali di Villa Giorgia saranno infatti la location della prestazione della nuova mostra Dreams Cars and Flowers dell’artista Fabio De Poli , una serie di dipinti e collage da non perdere . Fabio De Poli è stato un protagonista della nuova pittura fiorentina negli anni ’70. Considerato, a torto, un artista con radici Pop, De Poli affonda invece la sua cultura nelle avanguardie storiche europee come il movimento Dadaista. La sua ricerca si è sempre spinta verso un’analisi e un attraversamento singolare della pittura europea dei primi del ‘900. Non classificato e non classsificabile, il suo lavoro mantiene da anni un rigore e una originalità non comuni.

Dreams Cars and Flowers

dal 16 aprile al 16 maggio @ Villa Giorgia albergo in collina

Maggiori informazioni sull’artista le potete trovare sul suo sito ufficiale

L’evento a ingresso gratuito è organizzato in collaborazione con la galleria di arte contemporanea Vannucci di Pistoia

vannucci

 

 

 

 

 

 

Villa Giorgia – Via Bolognese 164 – località Burchietti – Pistoia +39 0573 480042