Sorprendente, innovativo, capace di unire novità e tradizione in un unico grande progetto. È il Natale in città 2018 che il Comune di Pistoia ha realizzato insieme al Centro Commerciale Naturale Pistoia, all’Associazione Culturale Spichisi, a Commercio Pistoia, all’Associazione Vivaisti Italiani e al Centro Commerciale Naturale viale Adua. Sarà l’accensione dell’albero in Piazza Duomo, in programma sabato 1° Dicembre alle 17,30, ad inaugurare il periodo natalizio, che quest’anno torna ad unire le diverse anime della città in un solo progetto dalle molteplici sfaccettature, potenziando l’esperienza del 2017.

M’ILLUMINO D’INVERNO

Dal 1° Dicembre al 6 Gennaio un vero e proprio percorso di luci e di arte attraverserà il centro storico della città. “M’illumino d’inverno” è un progetto ambizioso di videomapping pensato e sviluppato dall’Associazione culturale Spichisi – grazie alla collaborazione di artisti e professionisti, sia di ambito locale che internazionale – per illuminare con proiezioni artistiche alcuni dei più significativi monumenti architettonici della città. Questa prima edizione di “M’illumino d’inverno” vede nel videomapping un modo primordiale e istintivo di catalizzare lo sguardo dei passanti suscitando un’insolita meraviglia. Quest’anno – dopo le proiezioni sulla facciata del Palazzo Comunale del dicembre 2017 – Spichisi torna a illuminare la città con un progetto più esteso e profondo che, sul tema “Storie condivise”, coinvolgerà piazza Duomo, piazza San Bartolomeo, l’ex ospedale del Ceppo, il Giardino di Cino, la Chiesa di San Filippo e la Basilica dell’Umiltà creando tra questi luoghi un percorso che passa per vicoli e strade secondarie. Sarà una città nella città, unita da un’illuminazione unica e riconoscibile: un filo rosso caratterizzato da proiezioni e performance.

UN VERDE NATALE A PISTOIA

Non c’è Natale a Pistoia che non sia un verde Natale. Anche quest’anno si rinnova la collaborazione con l’Associazione Vivaisti Italiani per l’allestimento verde della città, con il coinvolgimento del Distretto vivaistico ornamentale pistoiese. Il progetto prevede la realizzazione di un percorso botanico nel centro storico che condurrà i visitatori alla scoperta di alcune delle specie di piante prodotte sul territorio pistoiese. Saranno addobbati con il verde natalizio: Porta al Borgo – Largo Molinuzzo, Porta Lucchese, Porta San Marco, piazza del Duomo, piazza Spirito Santo, Piazza Giovanni XXIII, piazza Civinini, piazza Garibaldi, piazza Gavinana, piazza San Bartolomeo, piazza Mazzini, Corso Gramsci, Corso Fedi, via della Madonna – incrocio San Vitale, via Buozzi. Saranno inoltre realizzati allestimenti verdi nella zona di Bottegone e delle Fornaci. Oltre ai classici alberi, quest’anno la città sarà abbellita dalle “sculture” verdi dell’arte topiaria, che caratterizza la produzione vivaistica pistoiese da molto tempo. Attraverso questa forma d’arte vengono riprodotte le più svariate forme con diverse dimensioni, come il grande orso che già adesso addobba piazza Duomo. Ogni elemento verde, proveniente dai vivai di Pistoia soci dell’Associazione Vivaisti e scelto con criterio insieme al personale qualificato dell’Associazione e dagli stessi operatori del verde, è capace di ricondurre il visitatore al clima più autentico del Natale. Per questa edizione il percorso verde si concentrerà su alcune conifere e sempreverdi, che esprimono pienamente la classica atmosfera natalizia. I visitatori non solo potranno godere dell’impatto visivo dell’allestimento ma, passeggiando per le vie del centro, potranno anche conoscere il tipo di allestimento, grazie alla presenza di un cartellino con il nome della pianta utilizzata. Con l’intento di allargare ancora di più le zone abbellite dagli alberi pistoiesi, quest’anno sono stati coinvolti anche nuovi luoghi del centro storico, come piazza Garibaldi, e soprattutto il progetto è stato esteso alle Fornaci, al Bottegone, a Bonelle, Piteccio, Capostrada e alla piazza Rosso Veneziano.

 

SCARICA LA GUIDA DI TUTTI GLI EVENTI

 

LE LUMINARIE

 Le tradizionali luminarie torneranno ad illuminare le vie della città a partire dal 1° Dicembre, con l’accensione dell’albero in piazza Duomo. Per Natale in città 2018 è prevista l’installazione di addobbi natalizi luminosi sia in centro che in viale Adua, fino alla zona di Capostrada, attraverso un progetto unitario. Le strade interessate sono: via della Madonna, via Vannucci, via Cino, via Buozzi, via Cavour, Corso Gramsci (fino a via della Madonna), via Curtatone e Montanara, via de’ Fabbri, via Pacini, via Roma, piazza della Sala, piazza degli Ortaggi, via del Duca, via del Lastrone, via di Stracceria, via Tomba di Catilina, Ripa della Comunità, via Panciatichi, via del Can Bianco, via Carratica, via Frosini, via XX Settembre, via Bozzi, via Palestro, Corso Fedi, via degli Orafi, viale Adua, Capostrada, Porta al Borgo, via Dalmazia, viale Petrocchi, via Bracciolini, via de’ Rossi, Corso Gramsci (da piazza San Francesco a Viale Matteotti), piazza San Francesco, via IV Novembre, piazza Leonardo Da Vinci – Arca, via Sant’Anastasio, Porta San Marco, Porta Lucchese.

EVENTI IN CITTÁ

L’animazione per i bambini, la pista di pattinaggio e la ruota panoramica in piazza San Francesco, il trenino Pistoia Express per le vie della città, e poi concerti, mostre e iniziative fino a Befana: un calendario ricchissimo di eventi accompagnerà il periodo natalizio a Pistoia, con un intrattenimento speciale per tutti i gusti. Il trenino Pistoia Express, addobbato con ghirlande natalizie e accompagnato da richiami di campanelli, animerà le strade nel centro città toccando i punti nevralgici del cuore pistoiese. Un ritorno amato da tutti, senza distinzioni di età. Per i più piccoli è inoltre in programma “Xmas Kids”, un’animazione speciale con il Cinema sotto la neve, le fiabe raccontate dai personaggi di Frozen e il trenino con Babbo Natale pronto a raccogliere le letterine dei bambini. Non è Natale, inoltre, senza l’atmosfera natalizia che solo la musica può portare. Per questo nel calendario di dicembre e gennaio sono previsti una serie di concerti, come quello del 15 Dicembre in Sala Maggiore con Pistoia Gospel Singer. Il periodo di festa a Pistoia sarà animato da oltre cento iniziative raccolte nel programma di “Natale in città”, con spettacoli, mostre e laboratori per bambini.

 

SCOPRI LA NOSTRA OFFERTA PER IL TUO WEEKEND IN FAMIGLIA

Foto (Lorenzo Marianeschi)

Villa Giorgia incontra l’Arte del Maestro… Remo Gordigiani

XIV° appuntamento

Continua il percorso che lega Villa Giorgia all’amore per l’arte con un nuovo appuntamento, il numero 14, nel quale abbiamo l’onore di ospitare la Mostra di uno dei più accreditati Artisti del nostro territorio: Remo Gordigiani.

Il percorso nella pittura di Remo Gordigiani ha inizio nei primi anni quaranta con esperienze legate alla tradizione figurativa toscana. Con la Biennale di Venezia del 1948 l’artista si avvicina ai linguaggi internazionali dai Fauve, all’Impressionismo al Cubismo. Dopo una prima fase prettamente figurativa di cui sono testimonianza splendidi ritratti conservati agli Uffizi e alla Galleria d’Arte Moderna di Firenze si avvicina al linguaggio informale dando vita ad opere di un ‘magico’ naturalismo nella serie di dipinti dei ‘Sottoboschi’ e dei ‘Battelli’.

Con la serie dei ‘Romanici’ eseguiti tra il 1962 e il 1964, Gordigiani abbandona l’informale e si rivolge a una sorta di Neoconcretismo. Nel 1964 una malattia da contatto alle mani lo allontana dalla pittura a olio e lo induce a cercare un nuovo linguaggio espressivo, dedicandosi con successo all’acquarello e al collage. 

La Mostra presentata nei locali di Villa Giorgia e del Ristorante La Locanda di Villa Giorgia il prossimo 22 Settembre 2018 si concentra proprio sulle opere ad acquarello ed in particolare sulla serie dedicata al tema IL MARE. La selezione delle Opere curata dalla moglie Milvia ha l’obiettivo di mostrare agli osservatori come il Maestro Gordigiani interpretasse il mare in differenti momenti della giornata. Si nota come la tecnica ad acquarello abbia permesso al Maestro di elaborare zone cromatiche intense abbinate a velature e sfumature delicate con il risultato di pitture estremamente suggestive, quasi magiche.

La Critica d’Arte Giovanna M. Carli definisce Remo Gordigiani “vero e proprio maestro insuperabile dell’acquarello, l’autore procede per giustapposizione di velature cromatiche. I vari strati sono così sapientemente stesi sulla carta che non è possibile formularne una quantificazione benché per via di approssimazione. La risposta poetica e dotta dell’artista sta racchiusa nel replicare il codice mare. Moltissimi sono gli acquarelli di medesimo soggetto eseguiti negli anni settanta. Sono linee, superfici, colori, chiaroscuri. Un acquarello poetico, dunque, un grande omaggio al tema dell’acqua, così sondato e così amato dal pittore, insieme con un altro ‘topos’ della sua produzione: il nudo femminile. E le onde in arrivo suscitano, nella memoria, l’immagine familiare della calda accoglienza: è casa”.

Vernissage sabato 22 Settembre 2018 ore 18:00

presso Villa Giorgia e La Locanda di Villa Giorgia

In Via Bolognese 164 – Loc. Burchietti a Pistoia

Aperitivo & Ingresso gratuiti

 

È giunto alla sua 39esima edizione il Pistoia Blues, che come da tradizione, anche nel 2018 porterà la città toscana tra le principali protagoniste dell’estate musicale live italiana. Il cast che verrà ospitato da diverse location avrà il suo cuore pulsante nella suggestiva Piazza Duomo, e comprenderà artisti internazionali e nazionali di prim’ordine.

Il Pistoia Blues si prepara a tornare nel 2018 con un programma concerti variegato e interessante:

Si comincia quindi il 4 luglio con Graham Nash, il 10 luglio il concerto di Alanis Morrissette (che torna in Italia dopo 6 anni), James Blunt il 13 luglio e Steve Hackett il 14 luglio. A conclusione, Gianna Nannini il 16 luglio.

Per info e dettagli non esitate a contattarci al numero 0573/480042 oppure scriveteci all’indirizzo info@villagiorgia.it

Richiedi disponibilità

 

Perché trascorrere un Weekend con la Famiglia a Pistoia? Perché Pistoia offre interessanti attività da svolgere con i più piccoli alla scoperta di luoghi ricchi di storia e divertimento.

 

Nel centro di Pistoia ci sono diverse attività da svolgere con i bambini, ad esempio:

  • Il Giardino Zoologico un parco con oltre 400 animali e 7 ettari di estensione. Per dimensione e importanza dell’attività didattica e di conservazione delle specie animali, il parco costituisce una delle principali strutture del genere in Italia (biglietti convenzionati).
  • il Giardino volante, singolare parco giochi, dove si gioca a contatto con l’arte (ingresso gratuito)
  • Il percorso di Pistoia sotterranea per una discesa nei misteriosi sotterranei della città (biglietti convenzionati).
  • Il Museo Marino Marini le famiglie troveranno uno spazio riservato ai bambini e occasionalmente visite animate e laboratori.
  • Se si è in visita in città il 24 agosto è assolutamente da non perdere la festa pistoiese dedicata ai bambini in occasione delle celebrazioni di San Bartolomeo, mentre il 6 gennaio i più piccoli rimarranno incantati col naso all’insù ad ammirare la Befana scendere dal campanile di piazza del duomo per distribuire i suoi doni.

A breve distanza da Villa Giorgia e dalla città di Pistoia (30 minuti), vi suggeriamo due attività che saranno amate dai vostri bambini:

  • Vinci e il Museo di Leonardo
  • Il Parco di Pinocchio e la Butterfly House a Collodi

Villa Giorgia vi propone dei pacchetti speciali con soggiorno e cena gratuiti per tutti i bambini fino a 10 anni, clicca qui per maggiori dettagli

 

SCOPRI LA NOSTRA OFFERTA SPECIALE 

 

Richiedi disponibilità Prenota subito

Il più emozionante appuntamento europeo nell’ambito dei fumetti, dell’animazione, dei giochi di ruolo e da tavolo, dei videogiochi e del fantasy torna a Lucca dal 28 Ottobre al 1 Novembre 2016 .Cross media show per eccellenza che dal 1966 celebra la cultura pop. Con quasi 500.000 visitatori complessivi, oltre 40.000 mq di spazio espositivo, 20 mostre, più di 500 eventi tra incontri con autori ed editori, spettacoli e concerti, è un appuntamento imperdibile per gli appassionati di tutti i mondi del possibile. Lucca Comics & Games si svolge nel centro storico dell’antica città di Lucca, una deliziosa città ricca di arte e storia nel cuore della Toscana a pochi km da Villa Giorgia. Il nostro hotel si rivela infatti la location ideale per raggiungere il festival e scoprire i migliori angoli della Toscana raggiungibili in pochi minuti

Scopri la nostra Offerta Speciale

 

Dopo il successo delle passate stagioni La Locanda di Villa Giorgia ripropone anche quest’anno l’esclusiva “cena romantica” bordo piscina. Con questa speciale formula La Locanda di Villa Giorgia diventa la location ideale per i vostri momenti più romantici. In una esclusiva location bordo piscina del prestigioso Hotel Villa Giorgia avrete infatti la possibilità di gustare una afrodisiaca cena a base di pesce. Questo il menù creato ad hoc dal nostro chef:

♥ Insalata di Polpo, cruditè di Gamberoni e Tartare di tonno rosso con frutta fresca

♥ Risotto con Capesante al profumo di Tartufo

♥ Catalana di Astice con frutta fresca

♥ Bonet a cioccolato fondente e peperoncino

Il vostro tavolo verrà allestito a bordo piscina in una zona esclusiva e riservata.

La nostra proposta comprende anche le bevande (1 lt di acqua e 1 bottiglia di Prosecco) e i caffè . Il prezzo è di € 70,00 a persona. E’ richiesta la prenotazione con almeno 4 giorni di anticipo. Per maggiori informazioni potete utilizzare il nostro contact form oppure i seguenti contatti 0573 48422 info@locandadivillagiorgia.it

Si rinnova l’appuntamento con l’arte a Villa Giorgia. Domenica 21 Maggio alle ore 18.30 i locali di Villa Giorgia saranno infatti la location della prestazione della nuova mostra di Paolo di Piazza . In occasione dell’inaugurazione della mostra aperitivo offerto per tutti i partecipanti.

La mostra si sviluppa principalmente nel parco della Villa dove sono presenti tra le sculture due installazioni create appositamente per l’occasione.La mostra è realizzata in collaborazione con  l’associazione Arte in San Biagino.

Ingresso gratuito, visibile fino al 30 settembre

Paolo di Piazza

Artista di origine siciliana vive a Pistoia con la famiglia da molti anni. Frequentando artisti pistoiesi trova nella scultura la sua vera e autentica essenza spirituale. Imprimendo nelle pietre la sua creatività da vita a sculture, riproduzione di capitelli, stemmi e bassorilievi. Nel corso degli anni conosce e frequenta l’associazione culturale “Della Robbia”, coordinata da Nevo Di Marco (scultore). Viene invitato a partecipare alla rassegna di scultura con tema “La Maternità” in occasione della festa della donna. L’ispirazione a realizzare l’opera affiora dalla grande pietra, tra i molti detriti visti durante un restauro dell’amico Oreste Riparbelli, che sprigiona la sua idea del mondo della vita e dell’emozione più profonda dell’animo umano. Nello stesso periodo scolpì una seconda maternità, che fu esposta insieme alla prima alla rassegna di scultura e che suscitarono esito molto positivo. Da quel momento iniziò un percorso di studi che lo portarono ad approfondire la sua arte e a conoscere molti artisti tra cui Slao, che riesce a spronarlo alla realizzazione di altre opere.

Nel 2004 ha organizzato una mostra collettiva con artisti pistoiesi e con la partecipazione dell’artista scultore della città di Praha “Josef Nalepa” nell’oratorio di San Gaetano piazza Garibaldi (PT) insieme al figlio.

Nel 2005 ha fatto una mostra personale a Montecatini Terme, alla Galleria d’Arte “La casa del pittore e dello scultore”. Ha partecipato alla rassegna artistica a “Vellano Arte” (PT). Ha partecipato ad una mostra collettiva a Firenze all’hotel Mediterraneo “Artisti Mediterranei”. Nello stesso anno il 3 dicembre partecipa al “XXIII Premio Firenze di Arti Visive” al Palazzo Vecchio nel salone dei Cinquecento.

Nel 2006 ha realizzato un bassorilievo in pietra serena 80x90x15 kg 220 rappresentando lo stemma del comune di Cammarata (AG) e donato allo stesso comune. Ha realizzato lo stemma della comunità vellavese e donato allo stesso paese di Vellano comune di Pescia (PT).

Nel 2007 ha partecipato ad una collettiva alla Fortezza da Basso a Firenze. Collettiva al comune di Ponte Buggianese (PT).

Nel 2009 partecipa a Simposio internazionale di scultura a Castelvecchio Pescia, Pistoia, organizzata dalla Proloco e coordinata da Silvio Viola insegnante dell’istituto di Pistoia.

Nel 2010 partecipa a Simposio internazionale di scultura “scolpire la pietra” a Colle dei Venti a Cammarata (AG) da lui organizzata.

Nel 2010 partecipa ad una mostra collettiva al Palazzo del Comune a Pistoia.

Partecipa ad una mostra collettiva nel palazzo comunale storico del tribunale di Pistoia.

Nel 2012 partecipa a Simposio internazionale di scultura a Montagnarte a Cutigliano Pistoia e vince il primo premio con l’installazione “la molecola” segnalato speciale per la scultura insieme a Luciano Campitelli artista napoletano di fama internazionale.

Il 10 agosto 2014 partecipa ad una rassegna di arte organizzata dal Museo cultura contadina di Casore del Monte, comune di Marliana Pistoia e vince il primo premio. 

 

 

Pistoia è la Capitale Italiana della Cultura designata per il 2017

Città di origine romana, cinta a nord dalle montagne e incastonata nel verde dei suoi vivai, è stata premiata con l’autorevole riconoscimento non solo per la ricchezza del suo patrimonio artistico e architettonico, ma anche per l’impegno con cui l’amministrazione cittadina promuove e sostiene progetti e iniziative che ne valorizzano l’identità e le tradizioni. L’aspra Pistoia – come la definisce D’Annunzio – ha accolto con responsabilità la nomina: il suo programma consiste nel proporsi come modello di città media europea, che promuove la cultura e il sapere come strumenti di coesione sociale e leve per la crescita, che investe su un’economia verde e su uno stile di vita ecosostenibile, che riconverte il patrimonio pubblico e privato attraverso sistemi di riqualificazione urbana.

Piccolo gioiello conosciuto da pochi estimatori, da sempre crocevia di incontri e scambi, la città è oggi pronta per farsi scoprire dai visitatori di tutto il mondo. Con la convinzione, tuttavia, che in quest’anno importante, durante il quale sarà sotto i riflettori, non dovrà presentarsi diversa da com’è, ma piuttosto impegnarsi a mettere in luce le caratteristiche e le peculiarità che la rendono preziosa. L’amministrazione ha scelto di non puntare sulla spettacolarizzazione con grandi eventi effimeri, ma ha ideato strategie a lungo raggio per uno sviluppo coerente e reale della città e del suo territorio, oltre il 2017.

«Il Comune di Pistoia investe ordinariamente in politiche culturali più del doppio della media nazionale» dichiara il sindaco Samuele Bertinelli «Siamo convinti infatti che il sapere e la cultura siano i primi diritti di cittadinanza, lievito per la crescita e la formazione di cittadini liberi e consapevoli, di cittadini democratici. In questo senso la cultura rappresenta, in tutte le sue espressioni, la fonte ispiratrice di ogni nostra azione amministrativa».
Numerose le iniziative in programma, ideate in sinergia con il Comitato scientifico, composto da Giulia Cogoli, Virgilio Sieni e Carlo Sisi. Dall’arte alla musica, dall’antropologia al teatro, dall’animazione degli spazi urbani alle iniziative per i più piccoli e per la riscoperta del verde e del paesaggio, tutte le attività sono state pensate appositamente per condividere percorsi di riflessione con i cittadini e i visitatori e per dare vita a nuovi modelli di produzione culturale. Cuore del progetto di Pistoia 2017 è la rigenerazione urbana. Grande è l’impegno dell’amministrazione comunale nel favorire un uso più sostenibile del suolo, risorsa fondamentale sia dal punto di vista della biodiversità che della memoria dei luoghi e dell’originalità dei paesaggi, eredità preziosa da trasmettere integra e viva alle nuove generazioni. Pochi centri in Italia possono vantare, come Pistoia, l’esistenza di aree agricole ai margini della città storica: questo è uno dei principali valori da preservare. Solo negli ultimi tre anni sono stati recuperati 40.719 mq di territorio agricolo e 11.330 mq a verde privato, con un totale di oltre cinque ettari (51.509 mq) di terreno sottratti alla cementificazione.

Particolare attenzione è riservata naturalmente alla valorizzazione del patrimonio storico-architettonico: dopo il restauro di edifici e monumenti, sono in cantiere lavori per restituire all’uso pubblico le chiese di San Pier Maggiore, San Salvatore, San Jacopo in Castellare, quest’ultima destinata alla funzione di nuovo spazio culturale cittadino. Progetto cardine della riqualificazione cittadina è il recupero dell’area dell’antico Ospedale del Ceppo, in pieno centro storico, che sarà trasformato in un quartiere di elevata qualità ambientale, urbanistica e architettonica, completamente pedonale e immerso nel verde.

L’arte è una delle direttrici principali del programma di Pistoia Capitale Italiana della Cultura.

Come nel Rinascimento, anche in epoca contemporanea Pistoia continua ad attrarre artisti, in un proficuo scambio con il mondo internazionale dell’arte. Ne è esempio la Collezione Gori alla Fattoria di Celle, laboratorio creativo di arte ambientale nel quale hanno lasciato un segno, tra gli altri, Alberto Burri, Daniel Buren, Jean-Michel Folon, Anselm Kiefer, Robert Morris, Claudio Parmiggiani, Sol Lewitt. Una delle sedi più importanti della città, Palazzo Fabroni – vero e proprio Museo del Novecento e del Contemporaneo – ospiterà, tra le altre, le mostre: “Prêt-à-porter” del pittore Giovanni Frangi, a cura di Giovanni Agosti (5 febbraio-2 aprile) e “Marino Marini. Passioni visive”, curata da Flavio Fergonzi e Barbara Cinelli (16 settembre 2017-7 gennaio 2018). La particolarità della prima è che gli ambienti espositivi del palazzo hanno implicitamente fornito il ritmo e il senso della mostra; la seconda indagherà l’officina di invenzioni plastiche del Marini, ponendole in relazione diretta con i grandi modelli della scultura del Novecento e con alcuni esempi dei secoli passati. Un convegno internazionale dedicato al maestro Michelucci – che fra gli altri suoi lavori progettò la stazione di Firenze – si terrà il giorno dell’inaugurazione della mostra e sarà seguito, nel corso dei mesi, da workshop e varie iniziative. Una mostra e un convegno approfondiranno la figura di Ippolito Desideri, in memoria del terzo centenario del suo arrivo a Lhasa. Giunto in Tibet come missionario, si immerse nella cultura locale a tal punto che l’attuale Dalai Lama lo considera un precursore del dialogo interreligioso in un’epoca in cui il concetto neppure esisteva.

La vastità del patrimonio culturale locale è rispecchiata anche dalla ricca offerta del sistema museale cittadino.

In particolare, il Museo Civico, che raccoglie le più significative testimonianze dell’arte a Pistoia dal XIII al XX secolo e che ospiterà dal 28 ottobre 2017 al 7 gennaio 2018 una mostra intorno all’opera La presentazione di Gesù al Tempio del pittore settecentesco fiorentino Anton Domenico Gabbiani; il Museo della Sanità Pistoiese, che sorge nella parte storico-monumentale del Ceppo e raccoglie una ricca collezione di ferri chirurgici appartenuti alla Scuola Medica Pistoiese e che sarà ampliato nel corso dell’anno; Palazzo Fabroni, con la sua collezione permanente, che nel 2017 ingrandirà ulteriormente i propri spazi. Colonne portanti della vita culturale cittadina, che nell’anno della nomina saranno ancora più dinamiche nel proporre attività, sono le biblioteche San Giorgio e Forteguerriana. La prima – una costruzione post-industriale vestita da opere d’arte contemporanea tra cui quella site-specific Il grande carico di Anselm Kiefer – è anche polo di innovazione. In collaborazione con l’Ambasciata USA in Italia è stato realizzato YouLab Pistoia, centro digitale dedicato soprattutto ai giovani, che hanno a disposizione un’ampia strumentazione audio-video e informatica per migliorare le proprie competenze digitali e condividere la realizzazione di vari progetti. Tra le iniziative proposte (oltre mille) per il 2017: il Festival del giallo (febbraio), il convegno sulle Human Libraries (ottobre) e il Forum del Libro (novembre). La Forteguerriana è una delle più antiche e prestigiose biblioteche del nostro Paese, che custodisce un patrimonio archivistico e librario di grande pregio, costituito da circa 220.000 libri. Nel 2017 presenterà “La primavera del libro francese” (marzo), il convegno “Cultura e biblioteche” (settembre) e la mostra “La città che scrive” (14 ottobre-17 dicembre, a cura di Giovanni Capecchi e Giovanna Frosini), per uno sguardo sulle principali esperienze di scrittura nate a Pistoia o a essa legate, dal Medioevo con Cino da Pistoia alla contemporaneità di Tiziano Terzani e Francesco Guccini. Manoscritti, pergamene e testi a stampa saranno protagonisti del percorso espositivo “L’archivio e la città. Tesori dell’Archivio Capitolare di Pistoia”, a cura di Sonia Chiodo, Giovanna Frosini e Stefano Zamponi (Battistero di San Giovanni in Corte, 23 settembre-10 dicembre), che accoglierà i testi più diversi: registri medievali, codici manoscritti dei canonici, una raccolta di testi musicali che vanno dal XVI al XX secolo e documenti pontifici.

Anche i festival legheranno la loro programmazione al tema della Capitale della Cultura.

Dal 6 al 9 aprile si terrà la quinta edizione di Leggere la città, evento annuale dedicato alla città e alle città. Alle piccole e medie città d’Europa, nelle quali si manifestano i processi più significativi della contemporaneità. L’edizione 2017 sarà aperta da una lezione dell’antropologo Marc Augé e sarà dedicata al tema “Cultura è comunità”. Il filo rosso dell’ottava edizione del festival di antropologia del contemporaneo Pistoia – Dialoghi sull’uomo, in programma dal 26 al 28 maggio, sarà invece “La cultura ci rende umani. Movimenti, diversità e scambi”. Ideato e diretto da Giulia Cogoli, proporrà come sempre incontri, letture e conferenze per un pubblico intergenerazionale, interessato all’approfondimento e alla ricerca di nuovi strumenti e stimoli per comprendere la realtà di oggi. La trentottesima edizione di Pistoia Blues, uno dei più longevi festival musicali italiani, attesa a giugno e luglio, amplierà nel corso dell’anno il suo cartellone per la Capitale della Cultura. Un appuntamento eccezionale sarà quello del 23 febbraio al Teatro Manzoni con il concerto in anteprima nazionale di John Mayall, uno dei padri del blues europeo. Seguiranno altri eventi in attesa della manifestazione estiva, il cui programma sarà declinato in cinque filoni: contemporaneità e contaminazione; i legami con la tradizione; le esclusive; le nuove generazioni; la didattica. La musica sarà protagonista di quest’anno speciale in più occasioni.

Anche il teatro avrà un ruolo importante nell’anno di Pistoia Capitale.

L’Associazione Teatrale Pistoiese, da due anni Centro di Produzione riconosciuto dal MiBACT, animerà la città con vari progetti, tra cui: Pistoia Teatro Festival (19-25 giugno) con ospiti di fama internazionale, come il coreografo Virgilio Sieni con un progetto ispirato alle opere di misericordia illustrate nel Fregio Robbiano o il regista Federico Tiezzi con il suo nuovo lavoro da Schnitzler; Progetto T, dedicato alla ferrovia Porrettana, coinvolge il gruppo teatrale Gli Omini, che a dicembre realizzerà un vagone-teatro adattato a spazio scenico: da Pistoia “città dei treni” potrà partire quindi l’idea di un teatro viaggiante. Il cartellone del Teatro Manzoni proporrà la migliore drammaturgia classica riletta alla luce della contemporaneità, come lo spettacolo Odissea A/R di Emma Dante. Una realtà pistoiese di respiro internazionale è il Funaro, che coniuga il capillare lavoro sul territorio cittadino alle migliori esperienze internazionali dello spettacolo dal vivo. Negli anni ha coinvolto artisti del calibro di Pina Bausch, Sonia Bergamasco, Alessandro Bergonzoni, Peter Brook e Natasha Parry, Dario Fo, Vittorio Gassman, Fabrizio Gifuni. Tra i progetti del 2017, il ritorno in residenza di Daniel Pennac per lo sviluppo di Un amore esemplare; in prima assoluta per l’Italia Terre Noire, dal testo di Stefano Massini, per la regia di Irina Brook; A Fury Tale di Cristiana Morganti, volto noto del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch.

Pistoia, riconosciuta dall’Unicef “città amica delle bambine e dei bambini”, rivolge da sempre grande attenzione al diritto all’educazione dei più piccoli, visti non come cittadini di domani, ma come cittadini di oggi. Forte è il ruolo dei Servizi Educativi, eccellenza italiana nel settore della pedagogia, nel programma di Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017, con progetti di inclusione sociale per promuovere la partecipazione dei genitori e dell’intera comunità al progetto educativo rivolto ai più piccoli, perché la città, in tutte le sue espressioni, sia davvero a misura di bambino.

Per tutto il 2017, inoltre, la città sarà animata da fiere e rassegne dedicate all’antiquariato, all’enogastronomia e alla valorizzazione dei sapori e prodotti locali e accoglierà nel suo calendario anche gli appuntamenti culturali dei comuni della provincia. Al di fuori delle tre cerchie murarie, il territorio offre allo sguardo magnifici scenari: dalle montagne degli Appennini con le stazioni sciistiche, la riserva naturale dell’Acquerino, l’osservatorio astronomico di San Marcello e i percorsi immersi nel verde, alle colline del Montalbano, con i loro pregiati prodotti tipici, fino alla straordinaria riserva naturale del Padule di Fucecchio; dal sistema termale e alberghiero di Montecatini e della Valdinievole, fino alla casa di Pinocchio a Collodi. ( C.S. Pistoia17.it)

Scegli Villa Giorgia per il tuo soggiorno a Pistoia

Richiedi la tua offerta

Domenica 06 Novembre Villa Giorgia sarà la location della seconda edizione del Wedding OPEN DAY, un evento dedicato agli sposi . Tante le aziende pistoiesi che si “presenteranno” in questo pomeriggio davvero speciale, dislocate all’ interno degli spazi interni ed esterni di Villa Giorgia e del Ristorante La Veranda.

L’ evento è ad ingresso gratuito. Il Villa Giorgia Wedding OPEN DAY aprirà le proprie porte alle ore 15:00 e si protrarrà fino alle ore 20:00 . A disposizione dei visitatori il parcheggio gratuito un aperitivo di benvenuto offerto dal Ristorante la Veranda e assaggi dolci offerti dalla pasticceria Dulcinea. Il tutto sarà allietato da intrattenimento musicale. Ecco qualche scatto dall’edizione dello scorso anno

Clicca qui per scoprire come ricevere una gift box al tuo arrivo. 

Maggiori info 0573 480042 o info@villagiorgia.it

Nuovo appuntamento con Villa Giorgia incontra l’Arte . Domenica 11 Settembre alle ore 19.00 i locali di Villa Giorgia saranno infatti la location della prestazione della nuova mostra di Debora di Bella . La visone delle opere sarà accompagnata dalla lettura delle poesie di Fabrizio de Paoli a cura di Massimo Bartolesi.

123